Giorgio Falzone

GiorgioFalzone

Nell'ormai lontano 1961, in quel di Settembre, del dì 27esimo nasceva sotto una stella, che non era proprio cometa, un pargolo. Vent'anni dopo, più precisamente nell'Aprile del 1982, grazie ad un amico cominciai ad avvicinarmi alla fotografia. In un primo tempo fu lui ad insistere perchè provassi; arrivò persino a prestarmi la sua macchina fotografica pur di vedermi fotografare. La cosa cominciò a piacermi e dopo pochi mesi acquistai anch'io la mia prima macchina fotografica: una Pentax K1000 con relativo 50mm. A questo punto serviva un corso di fotografia; tramite un altro amico fui messo in contatto con il circolo ricreativo dei dipendenti comunali di Torino, dove si tenevano dei corsi. L'avventura cominciò da lì. Rimasi al circolo per qualche anno, anche come consigliere ma, col passare del tempo, la staticità del circolo cominciava a starmi stretta, poiché i programmi si ripetevano inesorabilmente uguali ogni anno. Tentai anche di proporre qualcosa di diverso, ma senza successo; decisi allora di lasciare. Cominciò un lungo periodo di fotografia in solitaria, per lo più foto di viaggio: Colonia e Amburgo, Copenaghen Arhus e Albòrg, l'isola di Gotland con Visbi e altre piccole località. Poi qualche escursione "in casa": il tour della Sicilia, Ischia e Capri, Ravenna ed i suoi mosaici, il carnevale di Venezia, Firenze, San Gimignano. Nel 1998 conobbi la mia attuale compagna di vita, anche lei appassionata di viaggi, quindi lo sforzo per ripartire non è stato troppo duro: Malta, Canarie, Isole di Capo Verde; poi parentesi alternativa in barca sui fiumi della Borgogna, Irlanda e Scozia. Ultima meta, fresca fresca di rientro, il Portogallo.

 

Contatta Giorgio Falzone







I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori